GEAPRESS – Nei giorni scorsi con ben due operazioni il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Trieste ha sequestrato centinaia di cuccioli trasportati illegalmente dall’Ungheria e destinati a negozi di animali del sud Italia (vedi articolo video e foto GeaPress). A fronte delle migliaia di richieste di adozione giunte da tutt’Italia, la Guardia di Finanza comunica le uniche modalità di affidamento temporaneo dei cuccioli sequestrati.

Di seguito riportiamo integralmente la comunicazione della Guardia di Finanza di Trieste:
A seguito del provvedimento di sequestro preventivo disposto dal G.I.P. del Tribunale di Udine sui cuccioli di cane sequestrati nei giorni scorsi dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Trieste, si forniscono i dettagli per ottenerne l’affidamento, cosi’ come disposto dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Udine – dott.ssa Viviana Del Tedesco.

I cittadini interessati possono presentarsi, con un valido documento di riconoscimento, presso le strutture di seguito indicate per prendere in affidamento il cucciolo.

Al momento della consegna del cane, andrà sottoscritto un formale atto nel quale i cittadini dichiarano di essere consapevoli che l’affidamento può avere carattere di temporaneità, che e’ prestato a titolo gratuito e che e’ vincolato all’esito delle indagini in corso, impegnandosi alla eventuale immediata restituzione del cane in caso di richiesta da parte dell’autorità’ giudiziaria.

Il magistrato ha disposto che si può prendere in affido un solo esemplare di cucciolo e che l’assegnatario deve impegnarsi ad accudirlo secondo le vigenti norme di legge, accollandosi anche l’onere di eventuali vaccinazioni necessarie. L’animale, poi, non potrà in alcun modo essere venduto o ceduto ad altri senza un preventivo consenso dell’autorità’ giudiziaria, naturalmente fino alla conclusione del procedimento giudiziario.

Vengono di seguito indicate le strutture che ospitano i cuccioli:

– A.s.s. 1 – triestina, presso canile sanitario, via Orsera, 8, Trieste.
– Astad – associazione per la difesa dell’animale domestico, villa Opicina, 1098, Trieste.
– Clinica veterinaria “tergeste”, via D’Alviano, 86/2, Trieste.
– Clinica veterinaria “campo marzio”, campo marzio, 6, Trieste.
– L.a.v. Trieste, 3206378852 – lav.trieste@lav.it
– L.a.v. Udine, 3408322628 – lav.udine@lav.it
– Centro di recupero “fauna selvatica”, localita’ terranova, San Canzian d’Isonzo (GO).
– Associazione gruppo ambiente, via Bugatto, 1, zona artigianale, ronchi dei legionari (GO).
– Canile “la cuccia”,  via sacchetti, 2, Staranzano, Monfalcone (GO)
– Canile bozer – rifugio di villotta, via villutta, 24, Villotta di Chions (PN).

Si potrebbe verificare la circostanza che alcuni cuccioli non possano lasciare  le strutture in quanto le condizioni di salute non lo consentono ancora.
Non sono previste, oltre a quella innanzi descritta, altre procedure di richiesta di affidamento dei cuccioli (email, telefonate, lettere, etc).”

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati