gatto tp
GEAPRESS – L’ASP di Trapani chiederà al Comune l’emissione di una Ordinanza urgente per l’immediato trasferimento di tutti i gatti le cui condizioni di dentenzione erano state denunciate nei giorni scorsi da Enrico Rizzi, coordinatore nazionale del PAE (Partito Animalista Europeo) (vedi articolo GeaPress).

Questo è emerso alla fine di una ispezione congiunta dell’ASP e dello stesso Comune di Trapani, avvenuta questo pomeriggio. Gatti morti invasi dai vermi, pulci che saltano un po’ ovunque, scarafaggi, resti di cibo ed escrementi. Una situazione delicata e che parrebbe evidenziare un disagio più ampio. Dalla data della denuncia di Rizzi, sono però passati ben quattro giorni. Stamani l’Ufficio di Gabinetto del Sindaco aveva confermato a GeaPress l’interessamento del Comune, mentre lo stesso dott. Roberto Messineo, Dirigente dell’Unità Igiene Urbana dell’ASL di Trapani ha confermato  che appena informato dei fatti, ovvero ieri, ha preso subito in mano la situazione.

Il Comune dovrebbe indivuare un’area dove trasferire almeno temporaneamente i gatti – ha dichiarato a GeaPress  il dott. Messineo – La situazione è veramente insostenibile. Suggerisco l’area dell’ex macello, in attesa di una adozione, ma non si può assolutamente rinviare un intervento“.

Una ventina di gatti, in evidente stato di incuria ed abbandono. Alcuni di loro, poi, erano stati trovati dallo stesso Rizzi, già morti. “Erano come adagitati – riferisce il coordinatore nazionale del Partito Animalista Europeo – sul tavolo del soggiorno, ma complessivamente sapeva tutto di apocalittico. In quella casa era già impossibile potere entrare“.

Si spera ora che il Comune, come ha assicurato stamani lo stesso Ufficio di Gabinetto del Sindaco, intervenga nella maniera più urgente possibile, trasferendo i gatti  e disponendo quanto necessario per le loro cure e la possibile adozione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati