pit bull pa
GEAPRESS – Quattro cani Pit bull sono stati oggi sequestrati dalla Polizia di Stato in via Cesarò, nel quartiere Casa Santa, a Trapani. Il ritrovamento dei cani lascia presupporre il loro coinvolgimento  nei combattimenti clandestini.

L’intervento della Polizia parrebbe aver fatto seguito ad alcune segnalazioni giunte alla centale operativa. L’ipotesi degli investigatori, ossia l’esistenza di combattimenti clandestini, viene confermata anche dalle Guardie Zoofile dell’OIPA, molto attive nella città di Trapani.

Secondo Danilo Catania, coordinatore delle Guardie OIPA di Trapani, l’esistenza dei combattimenti è probabile anche in altri quartieri come quello delle Cappuccinelle. “La difficoltà maggioreriferisce Danilo Catania a GeaPressconsiste nel rintracciare l’arena dove si svolge il ring. Una cosa è una segnalazione di uno o più cani per i quali è facile presupporre il coinvolgimento nelle lotte, ed un’altra è sapere esattamente il luogo e l’orario dove si svolge il match illegale”

Un ambiente poco permeabile che probabilmente separa i luoghi di detenzione dei cani da quelli relativi al loro utilizzo. Purtroppo la Legge 189/04 (maltrattamento di animali) separa anch’essa le due fattispecie, prevedendo sanzioni di una qualche entità solo per pochi casi. Si tratta, in particolare, di promotori, organizzatori e di chi dirige. Le aggravanti, valide solo per queste categorie, riguardano poi il coinvolgimento dei minori, l’utilizzo di videoproduzioni o comunque registrazioni in quasiasi forma dei combattimenti.

Tutte situazioni molto difficili da individuare, mentre per l’allevamento e l’addestramento sono previste  pene non  dissimili da quelle di ogni altro maltrattamento. Sono però quest’ultime, come parrebbe dimostrare anche  l’odierno intervento della Polizia di Stato a Trapani, quelle più facilmente rintracciabili.

I quattro cani Pit bull sequestrati dalla Polizia di Stato sono affidati al canile municipale di Trapani. Le indagini sono ora volte a rintracciare gli evenutali proprietari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati