GEAPRESS – Abbandoni insoliti e ripetuti. Questa volta, però, chi ha abbandonato un grosso coniglio malandato innanzi la segreteria elettorale di Enrico Rizzi, a Trapani, rischia di finire denunciato. Rizzi, infatti, aveva fatto installare le telecamere dopo un primo abbandono di cuccioli, avvenuto lo scorso gennaio, sempre presso la sua segreteria politica (vedi articolo GeaPress). Ora è la volta del povero coniglio che si presenta malandato e bisognoso di cure.

L’animale è stato subito portato dai collaboratori di Rizzi che per primi hanno scoperto l’abbandono, presso il presidio veterinario dei Trapani. La struttura, però, ha tenuto ad evidenziare la sua indisponibilità a trasferire il coniglio presso il canile municipale sebbene il ritrovamento di animali abbandonati, o comunque senza un padrone immediatamente rintracciabile, impone l’intervento del Sindaco.

Non ho voluto insistere avendo già deciso di dare direttamente io una prima accoglienza al coniglio – ha dichiarato a GeaPress Enrico Rizzi – ma sulla vicenda ho intenzione di andare a fondo. A mio avviso – ha aggiunto Rizzi – un Comune non si può tirare indietro lasciando il cittadino nei guai e con il rischio che l’animale venga abbandonato“.

Il coniglio, intanto, è diventato la mascotte dell’Ufficio di Rizzi che, come è noto, è Coordinatore del PAE (Partito Animalista Europeo) e candidato per la lista del Presidente della Camera alle prossime elezioni amministrative che si terranno a Trapani.

Invito chi in grado di accudire al coniglio, a darmi una mano – aggiunge Rizzi – Dove abito, accolgo già 12 cani e se non fosse stato per il mio ufficio elettorale, mi sarei ritrovato direttamente coinvolto tra i disservizi di Trapani“.

Il coniglio, intanto, viene sottoposte alle terapie prescritte presso l’ambulatorio veterinario del dott. Ugo Azzaro, dove Rizzi l’ha successivamente portato per un ulteriore controllo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati