cuccioli enpa
GEAPRESS – Sono stati affidati alle Guardie Zoofile ENPA del nucleo territoriale di Caserta, i 20 cuccioli di cane provenienti dall’est Europa e sequestrati grazie all’intervento della Polizia Stradale della sottosezione di Cassino (FR).

Gli animali viaggiavano nascosti nel bagagliaio di una Renault Clio. Si tratta di un bulldog e diciannove maltesi di circa sessanta giorni.

Secondo Antonio Fascì, responsabile delle Guardie Zoofile ENPA di Caserta, “il traffico illecito di cuccioli provenienti dai paesi dell’est è una vera e propria piaga alimentata da acquirenti locali. In collaborazione con le Forze dell’Ordine – ha aggiunto il responsabile dell’ENPA –  continueremo questa dura battaglia, senza sosta“.

Nel caso di Cassino, reso noto ieri, i poliziotti avrebbero riconosciuto l’uomo alla guida. Si tratterebbe di un ucraino a quanto pare già fermato e denunciato nei mesi scorsi perché trovato alla guida di una vettura con altri 32 cuccioli. I venti animali sequestrati ieri erano stipati sotto i sedili anteriori coperti da teli da mare e cartoni. Altri cuccioli, ricorda il comunicato dell’ENPA di Caserta, sono stati ritrovati nel portabagagli in alcune cassette di plastica coperti da lenzuola. Nessuno documento di viaggio o di provenienza dei cuccioli che immessi sul mercato avrebbero fruttato circa 800 euro ciascuno. Tutti rifocillati dagli stessi Agenti e visitati dal veterinario della Asl.

Avvenuto il sequestro, i cuccioli sono stati trasportati in una struttura di fiducia dell’ENPA. Secondo il dott. Giovanni Ferrara, Medico Veterinario, “ad una prima visita si suppone che diversi cuccioli siano affetti da cimurro, nelle prossime ore effettueremo controlli più approfonditi e ci dedicheremo a tutte le cure necessarie per tutelare la salute dei cuccioli. Al termine del periodo di riabilitazione – ha concluso il dott. Ferrara – si provvederà all’affidamento”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati