GEAPRESS – Senza Veterinario, senza vigilanza e senz’acqua. Questa la denuncia della LAV di Varese che ha manifestato nel corso della fiera zootecnica di Tradate (VA). I volontari hanno dovuto pure provvedere a rifornire di acqua i maiali, tra cui una scrofa in allattamento (vedi fotogallery). Gli animali, a detta degli attivisti, erano in visibile stato di sofferenza. In particolare viene denunciata la respirazione affannosa, e poi gli spazi ristretti.

Ma a chi rivolgersi per le richieste di migliorie?
Nella fiera non era rintracciabile l’organizzatore – sostiene Ornella Jurinovich, Referente LAV di Varese – ed infine vi è stata solo una lunga discussione con un vigile urbano, l’unica “autorità” rintracciata, su come andavano trattati gli animali, mentre noi chiedevamo la presenza di un Veterinario”.

Veterinario, però, mai presentatosi, ed infine solo la caparbia presenza degli attivisti della LAV di Varese ha fatto in modo che venissero distribuite delle ciotole con l’acqua, purtroppo non a tutti gli animali.

Ora gli animalisti se la prendono con il Comune e la sua superficialità fin troppo palesata, visto che la stessa Giunta era presente all’inaugurazione della fiera zootecnica. Al vaglio anche le situazioni riscontrate, che paleserebbero il maltrattamento di animali. Il Vigili Urbano, però, ha assicurato che dalla prossima edizione le cose andranno diversamente (!). La LAV auspica che queste fiere vengano al più presto abolite e che magari, nel frattempo, il loro controllo venga affidato ai tecnici del settore.  

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: