rott cucciolo
GEAPRESS – Ritrovata stamani, nelle montagne di Torretta (PA). Una femmina di rottweiler ormai morta e parzialmente coperta da un lenzuolo. Accanto, tra i sacchetti dei cumuli di immondizia, c’è il suo cucciolo a vegliarla.

Il ritrovamento è avvenuto in un’area isolata lungo le strada che da Palermo conduce a Montelepre. Si tratta dei luoghi “presidiati” da Giulia, la volontaria animalista che ha segnalato in più occasioni i bracconieri alle Forze dell’Ordine.

Ed invece, stamani, l’incredibile ritrovamento. “Accanto alla madre c’era il figlioletto – riferisce Giulia a GeaPress – un bellissimo cucciolo di circa tre o quattro mesi, per fortuna sano e pieno di vita. E’ lì, solo ad aspettare di andare via insieme alla sua mamma, ma non sa che lei, ormai, non potrà più guidarlo, non potrà più dargli il suo calore“.

Il cucciolo appare in ottime condizioni di salute ma così sembra essere stata anche la madre. Nessuna ferita esterna, nessuna traccia di sangue. Il punto ove è avvenuto il ritrovamento esclude la possibilità di un incidente d’auto. L’ipotesi è che qualcuno ha voluto smaltire illegalmente il corpo della cagna, senza accorgersi che il cucciolo, passando forse attraverso una larga inferriata, ha poi raggiunto il luogo.

Stante i controlli effettuati dal personale del canile di Carini (PA) entrambi gli animali sarebbero risultati privi di microchip.

Ad occuparsi del cucciolo, ancor prima del canile di Carini, è stato il Comandante della Polizia Municipale di Torretta Anna Mannino. E’ stata lei, infatti, ad occuparsi subito del cagnolino, autorizzando la volontaria animalista al trasporto. Nel pomeriggio la rimozione del corpo del povero cane.

L’ennesima scena agghiacciante, ma soprattutto inspiegabile” commenta Giulia. Il cucciolo adesso è in adozione presso il canile di Carini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati