GEAPRESS – Appostamenti e accertamenti intensificati. Sono quelli del Corpo Forestale dello Stato, Comando Provinciale di Napoli, diretti a reprimere il traffico internazionale di cuccioli. Il sequestro oggi comunicato è avvenuto a Torre Annunziata e riguarda 52 cagnolini appartenenti a diverse tipologie. Tutti non ancora svezzati e scaricati poco tempo prima da un furgone proveniente dall’Ungheria. Intervento operato, a quanto pare,  dalla stessa proprietaria di un negozio di animali e dal conducente del mezzo, già noto all’Autorità Giudiziaria per analoghi reati.

Dopo il controllo medico veterinario dell’ASL territorialmente competente e verificate le condizioni generali dei cagnolini, si è così potuto riscontrare come alcuni animali fossero in realtà sprovvisti di microchip. Mancante anche la documentazione relativa alla provenienza e l’avvenuta esecuzione di un piano di profilassi sanitaria. La Forestale ha così provveduto a porre  sotto sequestro cuccioli e furgone denunciando alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata i due trasportatori e la proprietaria del negozio.

I tre presunti responsabili sono accusati di maltrattamento di animali (cuccioli strappati anzitempo alle madri), trasporto e detenzione non compatibili con la loro natura, frode in commercio, utilizzo di falsa documentazione nonché probabile traffico illecito di animali da compagnia. Sono ancora in corso indagini sul caso mentre verranno attivate presto le procedure per l’affido dei cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati