lastra
GEAPRESS – Recuperato nei pressi di Torgiano, in provincia di Perugia.

Tre chili appena di cagnolino – referisce a GeaPress la volontaria Virginia – Era impaurito e dolorante. Appena è stato visto, piangeva disperatamente e tutti hanno creduto che era stato vittima  di un investimento. Invece, dal veterinario, è saltata fuori un’altra realtà“.

Il corpo del povero Piombino, così è stato chiamato il cagnetto, era crivellato da numerosi pallini di piombo calibro 11, di quelli, cioè, che si usamo in genere per colpire gli uccellini.

Secondo i volontari è impossibile che si sia trattato di un errore. Quel colpo, cioè, è stato esploso intenzionalmente, salvo considerare che in giro vi sia qualcuno armato con un fucile da caccia che scambia cagnolini per uccellini.

Il piccolino si trova ora ricoverato presso una clinica veterinaria. Presenta numerose ferite, oltre che un versamento polmonare e, riferisce Virginia, ” due occhi enormi che esprimono tutta la sua tristessa“.

L’appello è ora quello di fare pervenire informazioni utili per potere rintracciare il responsabile del grave gesto, affinchè venga denunciato e consegnato alla Giustizia.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati