bull dog II
GEAPRESS – Una frontiera movimentata, quella di Tarvisio (UD), dove in pochi giorni i Carabinieri del locale Comando Compagnia sono intervenuti in danno di presunti trafficanti di cuccioli di cane. Dopo il sequestro di cinque cagnolini, tra Bull terrier e Yorkshire, e di nove gatti trovati nei gorni scorsi in possesso di due cittadini ucraini, i militari hanno eseguito  un nuovo sequestro in danno questa volta di un cittadino italiano e di una donna di origine polacca.

Stante quanto reso noto, i cagnetti sequestrati sarebbero ben 36. A quanto sembra apparterrebbero tutti a varietà da compagnia.

Da segnalare come nel corso di un altro recente sequestro, avvenuto questa volta nella provincia di Arezzo (vedi articolo GeaPress) siano stati rinvenuti alcuni cuccioli all’interno di uno dei tanti pulmini che quotidianamente fanno la spola tra la Romania e l’Italia. Un episodio che parrebbe riproporre un fenomeno più spicciolo e per questo più insidioso, di importazione di cuccioli.

Anche quest’ultimo livello era stato individuato nel corso di una recente inchiesta compiuta dalla Televisione della Svizzera Italiana in collaborazone con l’ENPA di Milano (vedi articolo GeaPress). Risultati a dir poco allarmanti che fanno presupporre come il traffico illegale di cuccioli, grazie anche all’esiguità della pena, sia ancora molto florido.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati