tailandia cane superstite
GEAPRESS – Un ritrovamento avvenuto a seguito dell’intervento della Polizia Tailandese e una squadra sotto copertura di Soi Dog Foundation, una ONG specializzata nella salvaguardia degli animali.

Una spedizione di cani per il macello, purtroppo ormai uccisi, che è stata intercettata al confine con il Laos.

Stante quanto diffuso dall’ONG, un cane ancora in vita sarebbe sbucato da sotto i sacchi di juta contenenti i suoi compagni morti. Il tutto all’interno di un carrello da traino.

Il cane in vita, i sacchi contenenti quelli morti e lo stesso carrello sono stati posti sotto sequestro mentre i responsabili della spedizione sono stati interrogati dalla polizia. Si vuole capire quali sono gli anelli di un traffico che in Tailandia coinvolge un’area relativamente ristretta nei pressi del confine nord orientale. Il prelievo dei poveri animali è più che altro destinato ad alcuni paesi vicini.

Il cagnolino ancora in vita, riferisce la nota di Soi Dog Foundation, si è visto letteralmente strisciare  sotto i compagni morti. Con il respiro affannato oltre che visibilimente spaventato e disidradato.

Il cane è stato ricoverato a cura dell ONG che torna a chiedere aiuto per i numerosi interventi condotti nel paese. Tra questi una diffusa compagna di sensibilizzazione che ha dato, in termini di segnalazioni, buoni risultati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati