combattimento galli II
GEAPRESS – Intervento della Guardia Civil spagnola nella zona industriale della città di Guadassuar, situata nella Comunità autonoma Valenciana.

Ad essere scoperto è stato un magazzino ove sarebbero avvenuti combattimenti tra galli.

Non un ring improvvisato, ma una piccola arena con 300 posti a sedere disposi in palchi di quattro file.

L’intervento ha comportato il fermo di una persona accusata di essere l’organizzatore dei combattimenti; ben quarantacinque, invece,  le persone che sarebbero state identificate. Diciasette sono i galli rinvenuti alcuni dei quali con ferite. Nei luoghi anche un volatile già morto ed una somma di denaro prossima ai 15.000 euro che si pensa essere il frutto delle scommesse clandestine.

Da chiarire la provenienza del pubblico che, stante le prime informazioni, parrebbe essere di più part della Spagna, isole Baleari comprese.

Contrariamente a quanto è dato pensare, i combattimenti tra galli sono tutt’ora legali anche all’interno dell’Unione Europea. In alcune aree della Spagna e della Francia tali “esibizioni” possono ancora essere autorizzate ma secondo alcune regole che dovrebbero garantire anche gli animali. Secondo una nota diffusa dalla stessa Guardia Civil i locali devono essere autorizzati e preclusi, comunque, alla presenza dei minori. E’ inoltre vietata la vendita di biglietti, le scommesse ed il consumo di alcol.

Già nel recente passato altri interventi della Guardia Civil avevano portato alla luce un substrato illegale che probabilmente, anche alla luce dell’intervento ora comunicato, è più diffuso di quanto finora ipotizzato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati