maremmano
GEAPRESS – Un nuovo cane, l’ennesimo, che si rinviene in giro per l’Italia colpito dallo sparo di un fucile da caccia. La parte posteriore del grande maremmano dagli occhi dolci, risulta infatti devastata da decine di pallini di piombo.

L’iniziale segnalazione, arrivata ieri sera a Paola Volpe, volontaria dei luoghi, sembrava riferirsi ad un animale incidentato. “Mi sono subito recata nel luogo, dove già era arrivata una mia amica – riferisce Paola Volpe a GeaPress – Nonostante la mole il cane era buonissimo. Tutto faceva pensare ad un investimento ed il povero Luppolo, così lo abbiamo chiamato, si è fatto tranquillamente prendere e quasi di peso sistemato nella mia macchina. Subito, stamani, sono state fatte le radiografie. Luppolo non era stato investito, bensì centrato da una fucilata probabilmente da distanza ravvicinata”.

Non pochi pallini, sono conficcati all’interno nelle ossa ed un primo intervento chirurgico è già stato programmato. Si ricorda, infatti, che la presenza del piombo nei tessuti può causare il pericoloso saturnismo. Paola Volpe (Animalista x Sempre, come si vuole fare chiamare) chiede ora aiuto tramite il suo account facebook. Le cure e la degenza di Luppolo, si prospettano, infatti, lunghe ed impegnative, anche economicamente. Per questo si invita ad una donazione e, quando sarà possibile, all’adozione.

Intanto, ancora una volta, si deve registrare il caso di un cane vittima, voluta, di un fucile da caccia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati