cane vibo
GEAPRESS – Il colore di quelle polpette non lascia purtroppo molti dubbi. Le pollottoline di carne che nei giorni scorsi sarebbero state distribuite nelle campagne di Serra San Bruno, in provincia di Vibo Valentia, era probabilmente imbottite con un lumachicida al metaldeide.

Così, infatti, riferisce Serena Voci, responsabile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Soverato (CZ), che ha raccolto subito la segnalazione di alcuni ragazzi che si prodigano per i randagi.

A morire sarebbero stati diversi cani, tra cui un mamma gravida pronta al parto. L’unico scampato è Cry, ma per recuperarlo sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco coadiuvati dai Carabinieri. Il cane, però, aveva anch’esso ingerito del veleno e per questo è rimasto appeso tra la vita e la morte in preda alle convulsioni per ben due giorni. Ora si trova al sicuro accolto tra le braccia di Serena Voci.

Critiche, invece, per le autorità locali che non avrebbero risposto alla richiesta di aiuto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati