gatto impallinato
GEAPRESS – Due orrendi casi di maltrattamento di animali, in danno a poveri mici, occorsi nelle ultime ora in Veneto ed in Friuli. La gravità di quanto successo, viene rilevata da Andrea Zanoni, europarlamentare PD nella scorsa legislatura e candidato alle prossime regionali.

In un caso, poi, l’episodio è stato direttamente segnalato al politico noto per le sue battaglie in difesa degli animali e dell’ambiente.

Ho ricevuto direttamente nella mia mail – ha dichiarato Andrea Zanoni – il racconto di una famiglia di Santorso, nel vicentino. Arturo un bel gattone dagli occhi azzurri  che purtroppo non potra’ mai piu’ vedere.  Un fatto, come hanno commentato gli stessi protagonisti di questa vicenda, che lascia attoniti e disperati“.

L’altro giorno – hanno riferito i segnalanti all’On.le Zanoni – Arturo, un gatto che da circa un anno ci veniva a trovare, si è presentato a casa barcollante e accecato: perdeva sangue e i suoi occhi erano chiusi. Subito abbiamo pensato a delle sevizie, ma speravamo che potesse trattarsi di un brutto trauma dovuto ad una zuffa tra gatti. Il veterinario ha però confermato una realtà alquanto atroce: il gatto è stato colpito da un colpo di fucile sparato al musetto da distanza ravvicinata, al massimo da due o tre metri. La radiografia evidenzia infatti una quantità enorme di pallini di piccolo calibro che si usano per sparare agli uccellini“.

Arturo, peraltro, ha una storia misteriosa e di lui non si sa molto.

Un anno fa – hanno aggiunto i componenti della famiglia che si prendevano cura di lui – era comparso improvvisamente nel nostro giardino, venuto da chissà dove. Ce ne siamo innamorati da subito e lo abbiamo accolto come parte della famiglia. Non dava fastidio a nessuno: è un gattone stupendo e mansueto. Ora sta lottando per la vita e di sicuro, bene che gli vada, resterà cieco. Aveva degli occhi azzurri stupendi, che ora sono straziati. Ci chiediamo il perché di un atto così deplorevole ai danni di una bestiola innocua. Magari chi ha sparato avrà pure gioito, visto che il colpo è stato sicuramente esploso in maniera intenzionale. Di certo fa male vedere cose così: la crudeltà umana non ha davvero limiti. Sporgeremo denuncia contro ignoti ai carabinieri, anche se servirà a poco”.

Per Zanoni si tratta di un fatto di inaudita violenza, sebbene ci si deve chiedere se tale emergenza trova adeguata risposta solo in leggi e sanzioni piu’ severe: “Basterebbero a fermare queste barbarie? O forse bisogna insegnare sin da bambini il rispetto per la natura e gli animali?“.

Più o meno contemporaneamente a Campo San Martino, in provincia di Padova, due gatti sarebbero finiti male a causa di un cacciatore. Un micio, direttamente impallinato, mentre un secondo sarebbe stato esposto infilzato in un forcone. Il tutto, forse, per asti tra vicini di casa. Sul caso si stanno ora occupando i Carabinieri di Cittadella. A dare l’allarme e stata la stessa proprietaria. I Carabinieri, rintracciato l’uomo, avrebbero trovato un fucile regolarmente denunciato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati