cane avvelenato II I
GEAPRESS – Tanti cani, in buona parte già adottati. Avevano già trovato un padrone grazie alle volontarie di Sant’Apollinare (FR) che li avevano salvati dalla strada. Tre cani già adottati e due padronali, invece, sono morti a seguito della carne avvelenata che gli è stata gettata innanzi. Un sesto cane si è invece salvato.

L’immediato soccorso dei volontari, appena ci si è resi conto di cosa era successo, è avvenuto come in un set da film dell’orrore. Cani con la bava alla bocca, spasmi mortali, contrazioni e la disperazione di chi ha fatto di tutto per poterli salvare. Due gli ambulatori veterinari coinvolti, ma il veleno ha avuto gioco facile sulla vita degli ex randagi.

L’avvelenamento è stato molto mirato. Qualcuno, infatti, è riuscito a raggiungere le aree limitrove al recinto dei cani. Le polpette avvelenate sono state infatti letteralmente lanciate oltre la rete. I cani li hanno velocemente mangiate ed il veleno, subito metabolizzato, ha istruito il suo percorso letale. Nel giro di poco tempo è stato l’inferno. Il prodotto utilizzato, molto probabilmente, è uno di quelli di sintesi chimica utilizzati per l’agricoltura.

Il dispiacere è senz’altro per tutti i cani coinvolti nell’allevamento, ma per quelli che avevano già trovato adozione, sembra quasi di sentire il sapore di un’amara beffa. Erano stati salvati dalla strada, ma qualcuno li ha voluti morti.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati