fryda
GEAPRESS – L’ultima vittima delle strane spazioni è stata la cagnetta Fryda, incinta di tre settimane.

Dal giorno 16 febbraio di lei non si hanno più notizie. Sparita dal giardino di una casa di Bagnara Valle, frazione di Sant’Angelo a Cupolo (BN). Fino a questo pomeriggio la sua padrona non aveva nessuna notizia di lei.

A lanciare l’allarme è Rosalba Di Dio, dal cui giardino è scomparsa la povera Fryda. Altri cani sarebbero già stati inghiottiti dal nulle, sebbene di alcuni di loro, si sono poi trovati i corpi.

Quel maledetto pomeriggio – spiega Rosalba Di Dio – è come se si fosse volatilizzata nel nulla. A poco o niente sono serviti gli appelli, le denunce, i volantini e più giorni passano e piu diminuiscono le possibilità di vederla tornare a casa, nella sua cuccia, con i suoi giochi, con le persone che hanno un vuoto dentro da quando non c’è più”.

Una meticcia di media statura, di colore bianco e arancio, senza collare perchè può indossarlo poco. La cagnetta, infatti, soffre di una forte dermatite che le provoca delle ferite sotto al collo, sul dorso e sulle zampe. Non si tratta, comunque, di una malattia infettiva.

Com’è possibile – si lamenta Rosalba Di Dio – che nessuno faccia nulla per tutelare i più fedeli amici dell’uomo, com’è possibile che tutto questo accada senza che nessuno controlli cosa succede realmente in questi luoghi disabitati, com’è possibile che un cane possa scomparire dalla propria casa? Con questo appello voglio rivolgermi a tutti coloro che conoscono l’amore che unisce il cane al padrone, ma soprattutto alle forze dell’ordine, alle istituzioni e a tutti coloro che dovrebbero tutelare i nostri amici a quattro zampe affinchè facciano qualcosa, perchè di certo io e tutti coloro che vivono la mia stessa situazione, non possiamo e non dobbiamo più tacere. Noi non dimenticheremo mai i nostri cuccioli, ma dovete fare qualcosa e anche presto. Andrebbero intensificati i controlli nei luoghi in cui troppo spesso si prestano a diventare uno scenario di morte. Forse non la rivedrò mai più, ma pretendo giustizia e soprattutto garanzie affinchè ciò non possa più accadere“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati