GEAPRESS – Cosa è successo a Maya? Cucciola di non più di 4-5 mesi trovata a San Cataldo, in provincia di Caltanissetta. Trovata dalla LIDA accorsa dopo la segnalazione di un possibile investimento. In effetti il piccolo cane era proprio ai bordi di una strada e, purtroppo, dal referto del Veterinario, dove è stata subito portata, si legge che Maya ha avuto la rottura della colonna vertebrale. Le zampe posteriori rimarranno bloccate per sempre e una delle anteriori è invece fratturata.

Quello che però non convince è che il piccolo cane presenta bruciature in più parti del corpo. Forti ustioni che hanno inciso in profondità. Forse un oggetto molto caldo poggiatole più volte di sopra. Le fiamme, invece, avrebbero bruciato il pelo diversamente, e Maya non sembra in queste condizioni.

L’abbiamo raccolta e prestato tutto quanto le era necessario – dice a GeaPress Antonio Fabio Calì, responsabile della LIDA di San Cataldo – Subito è stata ricoverata dal Veterinario ed ora vorremmo farla vedere anche da uno specialista di ortopedia. A costo di fare l’impossibile, Maya andrà dove ha già trovato l’adozione

Tante storie brutte, ma di tanto in tanto, grazie ai volontari le cose possono aggiustarsi e per Maya è pronta una casa a Lecco. Sono già previste le visite veterinarie. Appena sarà possibile, Maya prenderà l’aereo ed arriverà a Linate. Prima però deve stare bene ed il Medico Veterinario di San Cataldo, a cui Maya deve la sua salvezza, ha dato il suo (momentaneo) stop. Prima deve essere in grado di viaggiare.

Intanto per la LIDA le emergenze non si fermano. “E’ un continuo andirivieni di emergenze – ci dice Antonio Calì – A volte si risolvono altre volte assisitiamo alla disfatta, anche perchè le istituzioni non aiutono molto. Basti pensare all’anagrafe canina. Se dalle nostra parti funzionasse veramente, le cose andrebbero molto meglio“. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).