terrier imbustato
GEAPRESS – Il corpo di un cane a malapena nascosto da un sacco del pattume. Ecco il macabro rinvenimento che ha visto protagoniste, la scorsa domenica, due  Guardie Ecologiche Volontarie della Legambiente Reggio Emilia. Secondo il comunicato di Legambiente si trattava di un terrier il cui corpo è stato abbandonato nei pressi  dei laghi, in località Laghi Impronta, nel comune di Rubiera (RE).

Questa situazione – riferisce Legambiente – non è che l’ennesima di una lunga lista di segnalazioni simili. Oltre a segnalare l’evidente caso d’abbandono, non possiamo che cogliere l’occasione per  ricordare ai cittadini che esiste una precisa normativa, il Regolamento (CE) n.1069/2009 del Parlamento Europeo, che regolamenta il trattamento delle carcasse di origine animale (d’allevamento, selvatici e d’affezione). Infatti – ha aggiunto Legambiente – nel caso che uno dei nostri amici a quattro zampe venga a mancare per evitare la diffusione di malattie (per esempio la rabbia), è previsto l’incenerimento, effettuato da ditte specializzate (alcuni comuni pubblicano l’elenco di queste ditte sui loro siti internet), oppure,  dopo i dovuti accertamenti, è possibile provvedere alla sepoltura in un posto precedentemente concordato. Ricordiamo, inoltre, che le carcasse abbandonate, rappresentano un pericolo per la salute pubblica e degli altri animali“.

Legambiente rende inoltre noto della campagna “Vengo via con te!”, che mette l’intera associazione a livello nazionale a disposizione dei cittadini al fine di fermare i traffici di cuccioli, i canili lager, i maltrattamenti, la violenza e la crudeltà contro gli animali offrendo, tramite esperti (veterinari, legali, naturalisti), un aiuto concreto ai tantissimi cittadini che collaborano con noi per portare un miglioramento reale nel mondo.

Hai telefonato per salvare un animale abbandonato e nessuno è intervenuto? Hai notato movimenti di cuccioli di non chiara provenienza e vuoi che sia fatta luce? Saresti disposto ad ospitare un animale e non sai come fare? Hai visto fare violenza su un animale e vuoi che gli autori vengano perseguiti? Hai dubbi sulle condizioni in cui è tenuto un animale?” Legambiente risponderà a queste e a tantissime altre domande inviate a sosanimali@legambiente.it.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati