GEAPRESS – Appena ha notato l’arrivo della Polizia di Stato, avvisata dagli attivisti della LAV di Roma, ha tentato di stritolare una delle due cucciole con le quali chiedeva l’elemosina in via del Corso.

Momenti di tensione ed urla da parte della donna mendicante. Dalle due cucciole, nonostante lo stato di disidratazione riscontrato in un caso, non voleva proprio separarsi. Gettate in terra, sotto il solo cocente per impietosire i passanti e chiedere soldi.

Gli Agenti del Commissariato Trevi di piazza del Collegio Romano, guidati dall’Ispettore Capo Vittorio Scafati e dal Sostituto Commissario Bruno Pierleoni, sono però rapidamente intervenuti ad evitare il peggio.

I fatti sono occorsi ieri, intorno alle 14.45, quando gli attivisti della LAV hanno notato, nei pressi della Galleria Doria Pamphili, l’incresciosa scena. Le due cucciole, poste sotto sequestro grazie all’intervento della Polizia di Stato, sono ora presso la struttura di largo Argentina e possono essere affidate in via temporanea in attesa del dissequestro.

La LAV di Roma ricorda come il fenomeno dell’utilizzo o detenzione di animali, di qualsiasi specie ed età, per scopi di lucro è estremamente diffuso a Roma nonostante il divieto imposto dall’art. 14, comma 1 del Regolamento comunale sulla Tutela degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati