GEAPRESS – E’ attualmente in stato di fermo di polizia Stefano Fuccelli, Presidente del Partito Animalista Europeo, ammanettato in piazza di Spagna a seguito dei disordini scoppiati nella rissa tra animalisti e guidatori delle botticelle. Fuccelli è stato poi trasportato al pronto soccorso. Altri due fermi sono stati eseguiti dai Carabinieri e dalla Polizia Municipale intervenuta per sedare i disordini. In tutto si lamentano cinque feriti, tra cui un vetturino finito in terra a quanto pare a seguito di un pugno ricevuto in faccia.

Tutto sarebbe incominciato mentre una trentina di animalisti, guidati dallo stesso Fuccelli, stavano eseguendo alcuni rilievi nei pressi delle botticelle, ovvero le tanto criticate carrozze romane. Raggiunta la soglia dei trentacinque gradi, in base al regolamento del Comune, non potrebbero più lavorare. Stante quanto riferito da Enrico Rizzi, coordinatore del PAE, la temperatura sarebbe stata di 39 gradi. Avvisata la Polizia Municipale e verificato lo stesso regolamento comunale, sono iniziati i problemi, a quanto sembra nel momento in cui è stato chiesto ai vetturini di presentare i documenti.  Rizzi sarebbe stato preso per i capelli, violentemente apostrofato ed invitato ad andare a mangiare una fetta di carne di cavallo. I toni si sono ulteriormente alterati e Fuccelli, intervenuto in difesa di Rizzi, si è ritrovato al centro delle attenzioni dei guidatori delle botticelle. Ad essere coinvolti nei disordini, anche persone estranee alla vicenda, forse incuriosite e scambiate per animalisti.

Nel filmato, girato nel corso dell’intervento dei Carabinieri, si vedono i momenti che hanno portato all’intervento di polizia, oltre che allo stesso Fuccelli in manette. Fuccelli ed un probabile vetturino, fermati dai Carabinieri. In terra un secondo vetturino, visibilmente ferito.

Non si conosce ancora molto sulla dinamica dell’incidente che, questa volta, ben difficilmente non avrà strascichi giudiziari. Il Partito Animalista Europeo, aveva comunicato nei giorni scorsi l’intenzione di monitorare la situazione delle carrozze romane. Piazza di Spagna è una delle piazze di sosta principali.

AGGIORNAMENTO – Scontri botticelle: arresto per i tre fermati

E’ stato trasformato in arresto il fermo operato nei confronti di Stefano Fuccelli, presidente del PAE (Partito Animalista Europeo) e di due vetturini coinvolti nei disordini scaturiti questo pomeriggio a Roma, in piazza di Spagna, durante una protesta anti botticelle.

Il reato contestato è quello di rissa. Un reato che, nel caso di lesioni personali, è punito con la reclusione da tre mesi a cinque anni. I tre dovranno comparire innanzi al Giudice nel processo per direttissima che si svolgerà lunedì. Già in serata, dal Comando Compagnia Centro dei Carabinieri di via Mentana, è avvenuta la traduzione in carcere dei tre arrestati.

 

N.B. In merito alla prima notizia diffusa dal PAE del fermo con successivo arresto di Stefano Fuccelli, lo stesso Partito, in data 6 agosto 2012, precisa che in realtà si è tratto di un fermo di polizia mai convalidato in arresto. Così è stato anche confermato in data 6 agosto 2012 dal Giudice del dibattimento. Fuccelli non risulta, alla data di cui sopra, indagato

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: