GEAPRESS – Nuovo incidente che vede ancora una volta protagoniste le tanto criticate botticelle romane. Dopo il cavallo caduto in terra a Piazza di Spagna (vedi articolo GeaPress) analoga sventura tocca ora ad una … ciclista. Non è stata investita dal cavallo, ma inseguita da un gruppetto di vetturini in via dei Fori Imperiali.

A comunicarlo è il PAE, Partito Animalista Europeo, che ha già annunciato azione legale. La ciclista aveva notato e fotografato una carrozza con sei persone a bordo (vedi foto). Il regolamento comunale ne prevedrebbe al massimo quattro. Fermata una pattuglia dei Vigili Urbani, questa, sempre secondo il PAE, avrebbe prima riferito la competenza di un apposito nucleo previsto dall’Amministrazione comunale, ma poi, dietro insistenza, ha fermato la botticella. Turisti a piedi e richiesta di restituzione del pattuito. 600 euro, avrebbe affermato la ragazza in bici. Non male per un giretto con il cavallo costretto a trainare carrozza e sette persone (vetturino compreso). Una gondola nel canal grande, pur con tutte le note polemiche sui prezzi di tanto in tanto lievitati, costa meno.

Per la corsa interrotta e la possibile sanzione commutata, il vetturino è andato subito su di giri. Sempre secondo il PAE avrebbe avvisato altri personaggi che si sarebbero dati all’inseguimento della ragazza. La ciclista, presa dal panico, è fuggita battendo però contro un marciapiede nel tentativo di evitare il tallonamento. Su di lei, oltre la botta, anche ingiurie e minacce.

Sull’accaduto piovono ora le accuse del PAE. Secondo Stefano Fuccelli, presidente del partito, si è innanzi ad una tolleranza ogni oltre limite. Dito puntato contro chi ha preso pubblicamente le difese di tale sistema di trasporto. In primis il Sindaco Alemanno, poi il capogruppo PdL Gramazio e l’Assessore allo sport Cochi, del quale si ricorda la vivace polemica, al Pantheon, con lo stesso Fuccelli. Cochi era salito sul palco delle associazioni aderenti alla Federazione presieduta dalla Brambilla, prendendo le difese dei cani dell’Ucraina (vedi articolo GeaPress).

Sulla vicenda è intervenuto anche Enrico Rizzi, coordinatore del PAE, il quale ha annunciato la costituzione di ronde, al fine di garantire la tutela delle persone e degli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati