GEAPRESS – E’ stato chiamato Cico, il pappagallino sequestrato ormai più di un anno addietro a Roma dalle Guardie Zoofile dell’ENPA guidate da Claudio Locuratolo (vedi articolo GeaPress). Il piccolo animale, gode di ottima salute ed è tutt’ora affidato alle cure di una volontaria dell’Associazione.

Chi invece dovrà far fronte a qualche preoccupazione è il cinquantaseienne di origine napoletana che lo utilizzava per chiedere soldi. La Procura della Repubblica di Roma, a distanza di circa un anno, ne ha chiesto infatti il rinvio a giudizio. Dovrà ora rispondere del reato di maltrattamento di animali. Il pappagallino aveva le penne delle ali tagliate.

Purtroppo, l’uso del taglio delle ali è una pratica sempre più comune. Non solo per l’elemosina, ma anche in occasione delle più comuni feste organizzate per compleanni o altre ricorrenze che riguardano i bambini. Improbabili maghi, che sfuggono ad ogni controllo, anche di natura fiscale, propongono spettacolini con piccoli animali quali pappagalli, colombe, ma anche criceti, conigli ed in alcuni casi piccole iguane e serpenti. Gli uccelli hanno molto spesso le penne delle ali tagliate per evitare che possano scappare durante le stressanti performance attorniati da decine di voci festanti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati