GEAPRESS – Per l’Associazione Earth non ci sono dubbi. Sono gli abbandoni più odiosi, quelli che fanno comprendere il disprezzo per la vita degli animali acquistati prima come giocattoli e poi buttati tra i rifiuti quando diventano un fastidio.

In sole 24 ore all’ufficio legale di EARTH, ben otto telefonate ed un totale di 14 animali, tutti recuperati dal cassonetto. Sei cuccioli di cane in un contenitore dell’immondizia nei pressi di Via di Salone. Erano tutti con gli occhi ancora chiusi e disidratati. Poi in via della Pisana, una famigliola di cavie peruviane. La femmina, che aveva partorito da poche ore, è morta forse per un colpo di calore. In via Tiburtina, invece, è la volta di un gattino, trovato sempre in un cassonetto da un cittadino che si è messo in contatto con Earth per denunciare l’abbandono e informarsi sul come comportarsi. Esattamente come successo per i cagnolini, il gattino e le cavie peruviane.

Stessa insensibilità riservata anche a due conigli di grosse dimensioni, ritrovati vicino ad un cassonetto di Via di Torre Spaccata.

I cittadini sono ricorsi allo 060606 del Comune di Roma che, nell’ambito della campagna estiva contro l’abbandono degli animali voluta dell’assessore Ambiente Marco Visconti, invia le telefonate relative ad abbandoni e maltrattamento degli animali all’ufficio legale di EARTH.

I nostri avvocati si sono messi subito all’opera – ha dichiarato Valentina Coppola, Presidente di EARTH – sono state redatte denunce ex art 727 C.P per tutti i casi descritti. Abbiamo poi allertato le associazioni in rete con noi per la custodia degli animali ritrovati. Ora tutti questi animali necessitano di una adozione seria“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati