GEAPRESS – E’ un coniglio di circa 5 mesi, spaventatissimo e con il bacino fratturato. “Macchia” così è stato denominato dai volontari che lo hanno soccorso, si trovava tra la spazzatura lasciata in terra vicino ad un cassonetto di via Tuscolana.

Una residente, andata a conferire i rifiuti, si è accorta che qualcosa si muoveva ed ha pensato ad un topo. Quando ha visto sbucare la testa del coniglio dalle buste, però lo ha subito raccolto ed ha provveduto a denunciarne il ritrovamento.

E’ una situazione sempre più frequente – spiega Valentina Coppola, presidente di EARTH – oramai conigli, cavie ed animali esotici vengono rinvenuti nei posti più disparati e soprattutto a ridosso di festività come il Natale, l’Epifania o il S. Valentino quando è d’uso regalare animali a bambini o fidanzati”.

EARTH, in collaborazione con AmiCOniglio, l’associazione che si occupa sul territorio proprio dell’abbandono di conigli e cavie, ha provveduto alle cure di “Macchia” che per almeno un mese non potrà muoversi in modo da permettere la rinsaldatura delle ossa del bacino.

Speriamo che per la prossima primavera Macchia troverà una famiglia in grado di accoglierlo e che non lo consideri un regalo usa e getta” – ha concluso Valentina Coppola.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati