GEAPRESS – A denunciare il tutto una ragazzina di 14 anni. Dalla finestra della scuola vedeva ogni giorno lo strazio di quelle due povere cagnoline. Detenute in una baracca nella parte a discarica di una serie di orti abusivi ricavati appena sotto il tratto urbano della A24, Roma – L’Aquila.

Ha alzato la cornetta ed ha composto il numero della sede romana dell’ENPA, intervenuta con il suo Nucleo di Guardie zoofile guidate da Claudio Locuratolo. La scena che si è presentata innanzi è stata raccapricciante. Il fetore si avvertiva già da molto prima di raggiungere la piccola baracca. Cumuli di immondizia e poi, all’interno, escrementi e un’infinità di piccoli contenitori in alluminio Per l’acqua, un piccolo contenitore di plastica rotto e con un residuo di acqua putrida.

Pochi centimetri appresso, il primo orto. Le cagnoline, una delle quali risultata affetta da diversi tumori mammari, languivano in quella situazione indecente, sicuramente da molto tempo.

Le Guardie dell’ENPA, constatata la gravità della situazione, peraltro ben descritta dalla scolara che ha segnalato il tutto, hanno subito richiesto l’intervento del Servizio Veterinario della AUSL Roma B e del 5^ gruppo della Polizia di Roma Capitale. Entrati nella fetida catapecchia, si è così provveduto a trasportare le due cagnoline presso il canile municipale della città, dove sono state sottoposte alle cure del caso.

Le Guardie Zoofile dell’ENPA hanno disposto il sequestro giudiziario dei cani e provveduto ad inviare una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Roma. Il reato è quello di maltrattamento di animali. Le cagnette sono state affidate in custodia giudiziaria al Comune di Roma mentre, per cure mediche necessarie, sta provvedendo l’ospedale veterinario della AUSL Roma D.

L’area, probabilmente di competenza della Società Autostrade per l’Italia, dovrà ora essere bonificata. Di fatto è una vera e propria discarica a cielo aperto.

L’ENPA lancia un appello affinché chiunque abbia notizie utili all’identificazione dei responsabili, lo comunichi alle Guardie Zoofile.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: