cane ferito
GEAPRESS – Pallini di piombo, ma per armi ad aria compressa. Se trattasi di apparecchi con energia inferiore ai 7,5 Joule, sono anche di libera vendita.

Chissà quale era quello che ha centrato il povero cagnetto di Marino (RM). Il Medico Veterinario lo ha estratto assieme ad un intero lobo polmonare. Colpito da dietro, il cagnetto Walle aveva ormai un polmone irrecuperabile e non vi è stato nient’altro da fare  che intervenire chirurgicamente.

Walle si sta riprendendo dai postumi operatori ma i suoi padroni sono ancora scossi per quanto successo.

Il cagnolino, non ha mai causato problemi con il vicinato. Eppure sono bastati pochi minuti ed un varco nella recinzione e i suoi padroni si sono visti riportare il cagnetto tutto sanguinante. “Ho sentito un botto sordo – riferisce la proprietaria di Walle a  GeaPress – ed il guaito del cane. Ho iniziato a gridare ed uno dei miei vicini, preoccupato dalle urla, è subito uscito di casa. Nel frattempo ho visto Walle tornare indietro“.

Le condizioni del cagnolino si sono presentate subito gravi. Respiro affannoso e uno stato di sostanziale abbandono.

Ho preso Walle e sono corsa dal Veterinario – aggiunge nel suo racconto la proprietaria del cane – Solo con le lastre è stato possibile accorgersi di cosa era realmente successo“. Walle a tutt’oggi è in prognosi riservata.

Giova ricordare come non solo tali armi se di energia inferiore ai 7,5 Joule sono di libera vendita, ma specie nei cataloghi on line si trovano a volte pubblicizzati proiettili sagomati costruiti per esaltare il potere penetrante e la gittata.

Per il povero Walle sono ora giorni di attesa. Una denuncia è stata presentata ai Carabinieri di zona mentre del caso sono state allertate le Guardie Zoofile della LAC. Considerata la tempistica di quanto avvenuto non è da escludere che il possessore del fucile (nella zona a quanto pare non risultano fucili ad aria compresa denunciati, ovvero di energia superiore ai 7,5 Joule) si trovasse in qualche maniera nel punto dove è apparso il cane. Forse già con l’arma in mano. Il povero Walle, infatti, si era allontananto solo per pochi secondi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati