GEAPRESS – Si è tornati a parlare di “botticelle” oggi al Campidoglio a Roma, dove 18 associazioni animaliste hanno presentato quasi 7000 firme, che saranno consegnate al Sindaco della città Gianni Alemanno, per chiedere la definitiva abolizione del servizio turistico con i cavalli. All’incontro non sono mancate le rappresentanze istituzionali: Monica Cirinnà e Alessandro Onorato, rispettivamente Consiglieri comunali del PD e dell’UDC, che sono tra i firmatari di una proposta di delibera consiliare presentata lo scorso 7 ottobre che, se approvata, imporrà un assoluto divieto all’attività delle botticelle nell’area del Comune di Roma, il trasferimento degli animali in Aziende Agricole Comunali (fino al loro naturale decesso) e la voltura delle attuali licenze dei vetturini in sette altre possibili opzioni di trasporto che non prevedono lo sfruttamento degli animali.

Nel sollecitare l’attuale Amministrazione cittadina ad attuare provvedimenti che vadano concretamente in direzione del benessere animale, Monica Cirinnà, delegata ai Diritti Animali nella precedente amministrazione, ha sottolineato come il clima politico nazionale sia favorevole a passi concreti. “Ai tempi in cui fu approvato il regolamento a tutela degli animali nel 2005 che ha introdotto una serie di limitazioni anche all’uso dei cavalli delle botticelle – ha spiegato Monica Cirinnà rispondendo a Leonora Pigliucci di GeaPress – non sarebbe stato possibile ottenerne l’abolizione totale, poiché non esisteva un largo appoggio politico a questa causa. Oggi c’è addirittura il Ministro del Turismo Michela Brambilla che si dichiara esplicitamente favorevole, perciò da parte dell’amministrazione serve solo la volontà di venire incontro alle richieste dei cittadini“.

Il Ministro Brambilla, da parte sua, ha inviato questa mattina un messaggio agli organizzatori dell’evento in Campidoglio in cui afferma: “sono fermamente convinta che la tradizione non possa fare da scudo a una attività che non è più in linea con il sentimento popolare e danneggia l’immagine della capitale e quindi dell’Italia intera“.

In sintonia con questa convinzione, le associazioni hanno fatto sapere che la petizione consegnata oggi andrà avanti con la raccolta di altre firme fino a che la volontà delle persone che non vogliono più vedere cavalli sofferenti in mezzo al traffico congestionato di Roma non sarà finalmente rispettata. E per mostrare come quello delle botticelle sia un sovrasfruttamento degli animali che va avanti senza controllo, gli organizzatori oggi hanno anche proiettato un video, realizzato la scorsa estate, nel quale si vede come sistematicamente siano violate tutte le norme di tutela e sicurezza introdotte col regolamento di 5 anni fa: anche sotto gli occhi dei Vigili Urbani si vedono carrozzelle che viaggiano durante le ore più calde della giornata, cariche di passeggeri oltre il consentito, turisti seduti “a cassetta”, cioè accanto al conducente, animali che vanno al trotto anziché al passo e che mostrano gravi sintomi di stress. Per realizzare il filmato, ha spiegato Giovanna Di Stefano dell’Oipa, c’è voluto pochissimo tempo: “chiunque voglia farci caso potrà notare come le trasgressioni siano continue, basta una giornata a spasso per Roma per constatare un’illegalità diffusa e impunita“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: