accattonaggio cani
GEAPRESS – Le Guardie Zoofile dell’ENPA di Roma, a pochi giorni di distanza da un sequestro di due pappagalli effettuato a Fontana di Trevi (agli animali erano state tagliate le ali per essere utilizzati), sono nuovamente intervenute in zona Monteverde per salvare un cucciolo e la mamma di razza pechinese, utilizzati da una persona a quanto sembra già nota all’ENPA e alle Forze dell’Ordine per questi illeciti.

Le Guardie Zoofile hanno sequestrato i cani affidandoli al canile di Roma per le cure del caso e la successiva adozione.

Non date soldi ai mendicanti che sfruttano gli animali per l’accattonaggio. E’ una pratica vietata che nasconde spesso ancor più gravi crudeltà“. E’ questo l’appello lanciato dalla Protezione Animali, dopo l’ennesimo intervento delle Guardie. Pappagalli, cani e gatti, questi sono gli animali utilizzati per l’accattonaggio nelle vie della capitale. Inteneriscono i passanti che inconsapevolmente lasciano la moneta allo sfruttatore di turno. In tal maniera, secondo l’ENPA, viene  alimentata una pratica cruenta e illegale.

L’ENPA di Roma da anni è in prima fila nella repressione dell’accattonaggio con animali, negli ultimi anni sono stati effettuati ben 12 sequestri con moltissimi animali sottratti ai loro aguzzini, specialmente cani cuccioli. Chi volesse adottare i cani sequestrati può rivolgersi ai volontari del canile di Muratella contattando il numero 0667109550 citando le matricole 1126/2013 e 1128/2013.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati