GEAPRESS – Nuove drammatiche notizie giungono da Rieti, dove nei giorni scorsi vi era stato il quasi contemporaneo ritrovamenti di due gatti gravemente feriti (vedi articolo GeaPress ). Il primo con quasi tutto il corpo ustionato, mentre in secondo presentava un dardo di balestra conficcato nel torace. Purtroppo quest’ultimo micio non sta bene, ci fa sapere Betty, la volontaria che si è presa cura di loro. Ma quello che più di tutto genera raccapriccio è l’esito degli ulteriori esami sul gatto ustionato.

Si era detto che l’animale era stato allontanato con acido o acqua bollente. Dava fastidio a qualcheduno. Forse, ma chi si è accanito contro di lui gli ha pure sparato pallini di piombo. L’occhietto menomato, infatti, non era l’esito dell’acqua bollente (il Veterinario ha escluso che sia stato usato un qualche acido). I pallini hanno centrato l’occhio, ed uno si è pure scheggiato all’interno.

La Clinica che l’ha ricorverato sta approfondendo ora le analisi con delle lastre che dovranno individuare altri eventuali pallini. Occhio da asportare e, come conseguenza dell’acqua bollente, pure probabile castrazione. La cute è largamente compromessa e per il micetto, che ha dimostrato nel frattempo tutto il suo caratterino, si prospetta una lunga degenza. Betty chiede aiuto. Ustionato e pure impallinato, significa una degenza molto lunga e per i volontari di Rieti è proprio impossibile trovare quanto necessario al mantenimento del gatto. Fosse solo una lunga degenza in luogo idoneo, fatto questo che ha già comportato il trasferimento in altra Clinica, questa volta di Matelica. GeaPress, ricorda di nuovo la sua mail (info@geapress.org) tramite la quale si potrà essere messi in contatto direttamente con i volontari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati