GEAPRESS – Tra i sedici cani scoperti giovedì scorso al chiuso di due trasportini disposti nel bagagliaio di una macchina a Marina Romeo (RA), vi era pure uno Yorkshire paralizzato alle zampe posteriori. Nel momento in cui la Polizia Municipale, avvisata da alcuni passanti, è riuscita ad accedere all’automezzo, il piccolo cane sembrava morto. Alcuni degli animali sembravano quasi privi di sensi ma lui, il piccolo Yorkshire, era finito pure calpestato dagli altri cani lasciati, stante le dichiarazioni forniti da alcuni passanti, fin dalla mattina al chiuso della macchina e sotto il sole. Parrebbe, comunque, che i finestrini anteriori presentassero una lieve apertura.

Tutti i cani avevano patito quella particolare situazione. Su questo gli Agenti della Polizia Municipale di Ravenna non hanno dubbi, mentre al vaglio degli stessi vi sarebbero pure i documenti degli animali. Tutti forniti di passaporti e tutti, tranne uno, di provenienza bulgara. Il sospetto è che in qualche maniera i documenti possano essere stati alterati. Il reato contestato alla proprietaria dei cani, S.A. originaria di Savona ma domiciliata a Ravenna, è quello di falsificazione dei documenti e maltrattamento di animali. Denunciato anche un uomo di Bologna, proprietario dell’automobile.

Sedici cani in tutto, tra Pincher, Yorkshire e barboncini. Tutti dentro i due trasportini a loro volta al chiuso di una Fiat punto. La proprietaria dei cani si sarebbe giustificata con l’esigenza di stare effettuando un trasloco e di non sapere dove sistemare i cani.

I cani, tutti adulti e in condizioni di salute precaria, sono stati sequestrati ed affidati al Canile Municipale di Ravenna.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati