gattina pietra
GEAPRESS – La speranza è ora nelle indagini che potrebbero essere state avviate dopo il ritrovamento della gattina uccisa a pietrate.

Una gattina gravida che, secondo alcune voci circolate nei luoghi, potrebbe essere stata colpita da ragazzini annoiati. Qualcuno potrebbe aver visto ma non è facile esporsi. La fotografia, ripresa dall’account facebook, “La sua pelle non è in vendita”, ha però indignato in molti.

Sul web, intanto, è espolosa la protesta.

Spero che si possa risolvere tutto al più presto – riferisce a GeaPress Damiano Asaro, che ha diffuso la foto – La risposta delle persone c’è stata. Questi fatti non possono essere tollerati. Purtroppo la segnalazione è giunta quando il grave fatto era già successo”.

Quanto occorso alla gattina di Pozzuoli, ripropone ancora una volta la triste vita di molti gatti di strada. Spesso alla mercé di individui senza scrupoli, senza contare gli investimenti stradali e le mancate sterilizzazioni. Stessi luoghi, dove, fianco a fianco, vive chi vuole proteggere gli animali e chi, invece, non ha scrupoli nel maltrattarli. Poco tempo addietro, proprio a Pozzuoli successe un altro grave fatto di cronaca. Si trattava del cane Spike. Finì bruciato da un soggetto poi denunciato dai Carabinieri.

La speranza è che siano individuati anche gli autori di un gesto così crudele.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati