GEAPRESS – Un cittadino macedone che trasportava due cittadini curdi ed un cittadino bulgaro che aveva due piccoli pitbull nascosti tra i bagagli. Il primo è stato arrestato, il secondo sanzionato. E’ successo al Porto di Brindisi.

I due cuccioli, profondamente addormentati,  erano rinchiusi in uno scatolone nel bagagliaio dell’autovettura del bulgaro.

Il personale del dispositivo di controllo del porto di Brindisi – Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza, Svad dell’Agenzia delle Dogane – coadiuvato dai funzionari del servizio veterinario ASL, ha  contestato al cittadino bulgaro la mancanza di documentazione sanitaria e di microchips, non vi erano elementi per provare la destinazione dei cuccioli.

I cuccioli sono stati affidati alla LEPA, la coraggiosa Associazione che si occupa degli sfortunati randagi brindisini. Il cittadino bulgaro, invece, è ripartito dopo aver pagato un centinaio di euro di sanzione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati