cani investiti
GEAPRESS – Un doppio investimento avvenuto nei pressi di Poggiomarino, in provincia di Napoli. Due randagini che probabilmente, a causa del calore della femmina, sono morti contemporaneamente.

I fatti sono avvenuti lo scorso  venerdi. Nei luoghi ci sarebbe pure chi ha vociferato sulla particolare condizione della femminuccia. Un solo colpo, di certo violento per gli effetti causati, e due “problemi” in meno. Nessuno, però, ha sporto denuncia e le voci rimangono tali, specie quando si susseguono in luoghi dove gli interventi contro il randagismo non sono all’altezza della situazione. Anzi, a sentire Rosa Salzano, volontaria della Lega Difesa del Cane di Angri (SA) tali interventi sarebbero praticamente assenti.

A rimetterci la vita, come in questo caso, sono i cani.

La scena che mi sono trovata innnazi – riferisce Rosa Salzano a GeaPress – era tremenda. Mi è sembrato di vedere una di quelle immagini di un paese estero, lontano da noi, dove i cani fanno questa fine. Ed invece siamo in Italia. Nessuno sterilizza, nessuno si impegna, tra le istituzioni, contro il randagismo

Il cagnolino bianco, chiamato dai volontari del luogo con il nome di Achille, era accudito da un signore del posto fin da quando era stato abbandonato in strada. La femmina di colore nero, invece, era in calore. Volontariamente oppure no, qualcuno li ha investiti probabilmente mentre si stavano accoppiando. Di certo, i loro corpi sono stati lasciati sull’asfalto.

Nessuno dei due cani era microchippato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati