GEAPRESS – L’intervento è stato reso possibile grazie alle segnalazioni pervenute alle Guardie Zoofile OIPA di Napoli. Un negozio ormai chiuso di Pianura (NA) ma con due cani  al suo interno da molto tempo.

L’acqua ed il cibo non mancava, ma proprio per questo, secondo le Guardie Zoofile OIPA di Napoli, vi sarebbe stata premeditazione nel loro abbandono. Addirittura per non poche settimane, tanto che, per potersi aprire quel magazzino, è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri di Pianura (NA) oltre che del Corpo Forestale dello Stato. Appena si è forzata la serratura e si è alzata la serranda di quel locale, la situazione è sembrata subito chiara.

Il pavimento era visibilmente imbrattato da abbondanti feci che si mischiavano al cibo presente in quantità anche sul pavimento. Da quell’interno, buio e malsano, sono apparsi i due cani. Due femmine adulte per le quali, riferiscono le Guardie Zoofile dell’OIPA è scattato subito il sequestro penale. Adesso i due poveri animali sono affidati all’ospedale Veterinario Il Frullone di Napoli.

Una denuncia contro ignoti è stata sporta per abbandono e maltrattamento di animali. Questo in attesa di identificare i responsabili del grave gesto. Di fatto, sostengono nel loro comunicato le Guardie OIPA, quei cani sembrerebbero reclusi da parecchie settimane. Secondo il coordinatore delle Guardie Zoofile OIPA, Carlo Costa, “L’obiettivo di chi ha rinchiuso i cani non era quello di ucciderli. Erano infatti presenti acqua e cibo – ha spiegato il Coordinatore OIPA – ma condannare due animali a condizioni di vita indegne come quelle che abbiamo riscontrato è un atto che testimonia uno sfregio per la condizioni utili a garantire il benessere ed il rispetto di un essere vivente“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: