lndc
GEAPRESS – Un cane con evidenti segni di cure è stato recuperato nella giornata di sabato dalle Guardie Zoofile Volontarie della Lega Nazionale per la Difesa del Cane sulle rive del fiume Saline a a Città Sant’Angelo in provincia di Pescara. Paola Canonico e Pierluigi Guidi, questi i nomi delle Guardie intervenute avevano, infatti, ricevuto la segnalazione di un cane morto sugli scogli.

Giunti sul posto, hanno potuto solo recuperare la carcassa del povero animale ormai in avanzato stato di decomposizione.

Il cane presentava evidenti segni di cure recenti, con un ago-cannula ancora inserita nella zampa anteriore sinistra, e un collare. Non è stato possibile leggere il microchip, che potrebbe essersi rovinato con la lunga permanenza del corpo in acqua. La carcassa è stata quindi affidata alla Polizia Municipale di Città Sant’Angelo per la custodia fino al primo giorno lavorativo disponibile per richiederne l’autopsia e la ricerca chirurgica del microchip presso l’Istituto Zooprofilattico di competenza, al fine di individuare le cause del decesso e tentare di risalire al proprietario.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati