occhi II
GEAPRESS – La fortuna per Billy si è materializzata quando verso le ore 23.00, uno studente dell’Università di Pescara ha deciso di andare a depositare la spazzatura nell’apposito cassonetto. Sul fondo del contenitore, però, qualcosa si muoveva. Insospettito ha iniziato a guardare tra i sacchetti fino a scorgere scorto uno spaventatissimo cangolino gettato via come immondizia.

Il giovane si è immediatamente calato all’interno del contenitore ed ha recuperato il piccolo che gli ha subito leccato il naso.

Vista l’ora tarda è rientrato in casa portando con sé quel fagottino di pelo per rifocillarlo e dargli ospitalità per la notte. Poi il mattino successivo si è messo in moto per denunciare quanto accaduto alle Guardie Zoofile della Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Accorse sul posto le Guardie Zoofile, hanno controllato accuratamente Billy che, per fortuna, si presentava in buone condizione di salute.

Evidente – riferiscono i volontari della Lega per la Difesa del Cane – il tempo intercorso fra il suo violento abbandono e il ritrovamento era stato brevissimo“.

Il cane, di circa un anno di età, era provvisto di microchip. A quel punto risalire all’intestatario non è stato difficile. Si trattava di una persona residente in altro Comune. Recatesi presso l’abitazione dell’intestatario del cane le Guardie Zoofile si sono trovate di fronte ad una persona che negava di aver “gettato via” l’animale ma sosteneva di averlo dato a un amico. Nulla, però, sulle generalità di quest’ultimo.

Le Guardie della Lega Difesa del Cane non hanno così restituito il cane, come sembra avesse voluto il suo proprietario.

Posto sotto sequestro e dato in affidamento ad una famiglia stupenda, ora per Billy non soltanto l’odissea è finita e vive felice la sua nuova vita ma, nella cagnolina che già abitava in quella casa ha anche trovato una grande amica
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati