collare elettrico III
GEAPRESS – Cane e collare sono finiti sotto sequestro grazie all’intervento del Comando Stazione forestale di Gualdo Tadino (PG) del Corpo Forestale dello Stato.

Deferito all’Autorità Giudiziaria è invece un cacciatore che sarebbe stato intento ad  utilizzare sul proprio cane un collare da addestramento, comandato a distanza con una trasmittente, provvisto di lunghi  elettrodi capaci di trasmettere all’animale scosse elettriche.

L’intervento della Forestale è maturato a seguito di una telefonata pervenuta da un cittadino che segnalava la presenza nei pressi degli  impianti sportivi di Gualdo Tadino, di un cane da caccia con mantellina arancione e collare elettrico al collo. Scattata l’operazione si è così provveduto al recupero dell’animale ritrovato con il collare acceso e funzionante, allacciato al collo. Subito i Forestali hanno provveduto a togliere l’arnese e  prestare le prime cure all’animale, che si mostrava impaurito ed inibito nei movimenti.

Questo tipo di collare, spiega il Corpo Forestale dello Stato, è in grado di emettere una scarica elettrica che immobilizza l’animale per alcuni istanti e lo costringe a desistere dalle proprie intenzioni. In tal maniera si provocherebbe un forte shock. Tale condotta concretizza una forma di “addestramento” fondata esclusivamente su uno stimolo doloroso tale da incidere sensibilmente sull’integrità psicofisica dell’animale.

Il collare è stato posto sotto sequestro penale, così come il povero animale, che è adesso a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il prosieguo delle indagini. Il proprietario è stato denunciato per il  reato  di  maltrattamento di animali.

La Forestale tiene a precisare come studi in materia hanno stabilito che “lo stimolo dolorifico o quantomeno fastidioso, che il collare elettrico procura al cane ha, sul suo fisico, effetti che possono essere, specie con utilizzo prolungato, devastanti, oltre ad avere un’azione devastante a livello psichico, dovuta proprio all’effetto fisico provocato dall’attraversamento della corrente elettrica. Stress che perdura per molto tempo anche dopo l’utilizzo del collare elettrico”.

I cani che hanno subito scosse elettriche manifestano stress e paura, anche a distanza di tempo dall’esperienza traumatica, e associano il proprietario e i comandi alla paura; i comportamenti esibiti dai cani sottoposti a scosse elettriche sono comportamenti di paura e stress acuto, e indicativi di dolore.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati