pasal 2
GEAPRESS – Sta meglio il cagnolino Pascal ritrovato sul finire di ottobre in Turchia, più o meno come una statua. Il cane, infatti, era stato cosparso di colla da alcuni ragazzi e poi imbrattato di fango. All’indurirsi del mastice, Pascal era diventato di “pietra”.

Le immagini che erano circolate avevano commosso milioni di persone.

Il cagnetto era stato preso in consegna dalla fondazione olandese, He’ Art of Rescue che opera da diverso tempo in Turchia. Oltre che ad essere “cementato” da terra e colla indurita, era anche affetto da parvovirosi, una malattia che purtroppo non sempre si riesce a guarire.

A distanza di alcune settimane è  la stessa Fondazione a comunicare le migliorate condizioni di salute di Pascal. Tolto con molta delicatezza il manto pietrificato e trattata in maniera adeguata la cute, il cagnolino ha potuto iniziare a muoversi. Buone notizie anche per la malattia, ormai superata.

Anche dalle nostre parti, però, non ci facciamo mancare simili crudeltà, sebbene, quanto successo recentemente in provincia di Caltanissetta, non ha comportato l’uso di colla. Un cane recuperato delle Guardie Zoofile della LIDA, avvolto da una crosta di fango (vedi articolo GeaPress). Per fortuna anche in questo caso le notizie sono positive (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati