cane palombara
GEAPRESS – Il fatto è successo lo scorso dieci settembre a Palombara Sabina (RM). Lungo la strada provinciale, un cane in terra con il muso devastato da un colpo di fucile da caccia.

Non si trattava di un randagio. Quel cane ha infatti una padrona che al suo rientro a casa aveva trovato il cancello del giardino aperto. La signora è stata rintracciata grazie al microchip. Gli effetti di quella fucilata, sicuramente esplosa da distanza ravvicinata, sono stati devastanti. Un occhio compromesso e la parte destra del muso non più esistente al 60%. Ai Carabinieri di Palombara Sabina è stata presentata una denuncia e le indagini sono ora in corso. A rendere noto il tremendo episodio è l’assocaione ALFA  (Associazione Love For Animals) la quale comunica come il cane, a distanza di un mese, è ancora ricoverato in una clinica veterinaria romana.

Questo episodio – ha dichiarato Franco Clementoni presidente di ALFA – ci deve far riflettere sul fatto che la guardia non deve mai essere abbassata. Non possiamo permettere che episodi come questi abbiano a ripetersi. Chi compie gesti tanto crudeli e incivili verso gli animali – ha aggiunto il presidente di ALFA – deve essere punito dalla legge. Avere il coraggio di ridurre in queste condizioni un animale e poi tornare serenamente a casa propria ci dice tanto sul tipo di persona che abbiamo di fronte. E’ dimostrato che coloro che riescono ad essere crudeli verso gli animali, spesso, potrebbero diventare violenti anche verso gli esseri umani ”.

L’amministrazione di Palombara – ha dichiarato Danilo Quaglini, Vicesindaco con delega alla Sanità – condanna fermamente questi episodi di brutalità, rendendosi disponibile con qualsiasi mezzo ad aiutare gli organi preposti all’individuazione del colpevole. La stessa Amministrazione si è inoltre messa a disposizione delle organizzazioni animaliste affinché possano attivarsi politiche educative in grado di sensibilizzare di più la cittadinanza sul tema in questione“.

Il Comune di Palombara Sabina e ALFA Associazione Love For Animals rivolgono un appello a tutti i cittadini perché vigilino sui propri animali e denuncino senza esitazione alle autorità competenti tutti gli episodi di maltrattamento di cui dovessero venire a conoscenza. Importante, come dimostrato anche dal caso in questione, la microchippatura dei cani. “Ringraziamo vivamente i Carabinieri delle stazioni di Palombara Sabina e di Moricone – ha concluso Franco Clementoni –  che hanno dimostrato professionalità e, soprattutto, sensibilità al benessere degli animali. Gesti tanto gravi e crudeli devono essere sempre denunciati e perseguiti dall’Autorità giudiziaria”.

Il Comune di Palombara Sabina si è  recentemente fornito di un proprio Regolamento sulla “Tutela e Benessere Animale”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati