gatto balestra
GEAPRESS – Possono offendere provocando gravi danni soprattutto se puntate  contro parti molli. Per la Cassazione, però, sono armi improprie visto che la balestra si deve giudicare non tanto dalle caratteristiche strutturali, quando per l’uso  deputato. Un po’ come i fucili dei pescatori subacquei.

Del resto, anche se ad alcuni bracconieri sono state sequestrate, non rientrano tra gli strumenti da utilizzare nell’attività venatoria.  Il mercato, però, mira nel verso a lui più opportuno ed in alcuni cataloghi la pistola-balestra è espressamente indicata come “pistola-balestra da caccia”.

A Palermo, l’altro ieri, qualcuno l’ha utilizzata per cacciare … felini. Una gattara che bada alle colonie in zona Fiera , si è accorta della micetta ferita ad un fianco. Raccolto gatta e proiettile  si è precipitata dal Veterinario.

La gattina è stata colpita in via Autonomia Siciliana, a due passi dalla nota via D’Amelio, dove venne ucciso il Giudice Borsellino e la sua scorta. Qualcuno, verosimilmente  da un balcone, ha puntato in strada colpendo, probabilmente in maniera voluta, la povera gatta.

Presso l’ambulatorio veterinario un cliente si è premurato di scattare le fotografie con l’intenzione di avvisare i proprietari di animali che abitano in zona. Per fortuna la gattina non ha subito danni rilevanti. La freccia, così parrebbero comprovare anche le lastre radiografiche, non ha toccato organi interni. E’ probabile, cioè, che abbia colpito  solo di striscio la gattina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati