GEAPRESS – Le immagini di quei cavalli finirono anche su Striscia la Notizia. Un caso di disinteresse nei confronti degli animali che aveva cagionato, nel gennaio 2010, la morte di uno dei cavalli, rinvenuto nel fango e nel ghiaccio (vedi articolo GeaPress). Poi un’altra cavalla imprigionata nell’alto substrato di fango ed escrementi. Gli altri tre animali, ricorda l’On.le Zanoni, europarlamentare veneto dell’IdV, vennero ritrovati in condizioni pessime. A quanto pare il proprietario aveva subito uno sfratto ed ha poi dichiarato di non potersi occupare degli animali.

I fatti avvennero a Madonna Pellegrina a Pionca (PD). Lunedì prossimo, la prossima udienza del processo che scaturisce dalle indagini delle Guardie volontarie della LAC . La stessa Associazione è ora costituita parte civile grazie al patrocinio dell’avvocato Sergio Vettore di Padova. Parte Civile anche dell’ANPANA rappresentata dall’Avv. Maria Morena Suarìa e dall’Avv. Andrea Faraone, del proprietario dei cavalli (l’imputato era il custode) seguito dall’Avvocato Maria Caburazzi di Mestre.

Finalmente andremo a dibattimento – ha dichiarato l’On.le Andrea Zanoni che è anche Presidente della LAC Veneto – Questo caso non si risolverà con un rapido e superficiale decreto penale di condanna, ma le responsabilità verranno chiarite a processo. Confido in una sentenza di condanna esemplare e senza la sospensione della pena come avvenuto recentemente per un episodio analogo”.

Appena pochi giorni addietro, si è concluso un altro processo ai danni di una persona che aveva maltrattato dei cavalli. La sentenza, però, ha lasciato l’amaro in bocca. 22.500 euro di sanzione, pena sospesa (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati