GEAPRESS – Sono stati depositati stamani dal Nucleo Guardie LAC di Padova, i verbali di sequestro e notizia di reato, relativi al sequestro di 72 cuccioli di cane avvenuto lo scorso 15 maggio a Piacenza d’Adige (PD), lungo la provinciale n.41. Le Guardie della LAC, guidate da Luca Zampieri, erano infatti intervenute a seguito della chiamata della Polizia municipale dell’Unione di Megliadino San Fidenzio, che aveva fermato il camion per dei normali controlli sul codice della strada. Ad occuparsi del caso sarà ora la Procura della Repubblica di Padova. Il reato contestato è quello di maltrattamento di animali.

Individuati anche i due allevamenti nel sud dell’Ungheria che avevano rifornito i 72 cuccioli di rottweiler, chiwawa, golden retriever, cocker, bulldog, barboncini, maltesi, labrador e bassotti. Oltre dieci di loro erano detenuti addirittura in singoli scatoloni di cartone completamente chiusi. Molti dei cani, inoltre, erano trasportati in singole gabbie privi di acqua e cibo. I poveri animali presentavano in alcuni casi chiari sintomi di disidratazione. Probabile, infine, che alcuni di loro siano nati da meno di tre mesi.

Per l’accertamento dei fatti e la stesura dei verbali si è dovuti ricorrere ad una interprete italo ungherese.

I cagnolini nel frattempo sono stati trasferiti nel canile sanitario di Monselice (PD), al quale le Guardie della LAC li hanno dati in custodia e nel quale sono stati sottoposti alle prime cure veterinarie.

Andrea Zanoni, Presidente della LAC del Veneto ed Eurodeputato IdV del gruppo ALDE al Parlamento Europeo ha così commentato questa eccezionale operazione: “Ringrazio innanzitutto gli agenti della Polizia Municipale di Megliadino San Fidenzio, ma in particolare le due Guardie della LAC che a puro titolo di volontariato hanno compiuto un’operazione molto delicata ed altamente professionale.”

Il fenomeno del commercio illegale dei cuccioli dall’Est Europa – ha continuato Zanoni – detenuti quasi sempre in pessime condizioni igienico sanitarie, è più diffuso di quanto possiamo pensare e credo che questi episodi siano solo la punta dell’iceberg. Le autorità dovrebbero intensificare i controlli su questo traffico che spesso risulta micidiale per questi poveri cuccioli, dietro al quale operano dei loschi figuri senza scrupoli. Ho da tempo aperto un fascicolo su queste problematiche ed entro breve inoltrerò un’interrogazione alla Commissione Europea per chiedere controlli e norme più severe”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: