salvataggio vigili fuoco
GEAPRESS – Guaiti incessanti che hanno attirato l’attenzione di una turista che si trovava nelle campagne di Pachino, in provincia di Siracusa. Lamenti strazianti che hanno indirizzato verso una sorta di cisterna abbandonata. Da quel buco nero apparivano gli sguardi spaventati di due cagnolini e purtroppo anche le carcasse di animali morti.

La segnalazione è stata subito indirizzata all’OIPA di Ragusa che, tramite la sua responsabile Daria Daccò, ha girato la richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco di Noto (SR). Nei luoghi, nel frattempo, si dirigevano i volontari delle sezioni OIPA di Ragusa e Siracusa.

La squadra dei Vigili del Fuoco ha prontamente disposto quanto necessario al salvataggio dei due cani, uno dei quali è stato trovato con una corda al collo. Gli animali erano visibilmente spaventati ma sono stati subito calmati e rifocillati dai Vigili del Fuoco e dai volontari dell’OIPA.

I fatti, occorsi l’altro ieri, si sono felicemente conclusi con l’adozione di uno dei due cagnolini, mentre l’altro è ora accudito dai volontari dell’OIPA. Rimane da capire, però, a cosa potesse servisse quella cavità inserita in un contesto di degrado. “E’ solo una nostra opinione – riferisce Daria Daccò a GeaPress – ma quel posto sembrava ideale per abbandonare un cane, condannandolo così a morte“. Quella corda al collo e le carcasse di altri animali potrebbero avvalorare questa ipotesi.

Abbiamo scritto al Comune di Pachino e all’ASL, chiedendo la bonifica del posto e la messa in sicurezza. Quei luoghi – ha aggiunto la responsabile OIPA – potrebbero essere pericolosi non solo per i cani“.

I ringraziamenti, intanto, sono tutti rivolti ai Vigili del Fuoco di Noto che hanno provveduto al salvataggio dei due poveri animali. I volontari, che hanno assistito a tutte le fasi del soccorso, penseranno invece ai due cagnolini. “Il fatto che uno dei due sia stato già adottato mi fa ben sperare anche per il secondo piccolino“, conclude Daria Daccò.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati