pasqualino
GEAPRESS – Lanciato da un’auto in corsa il giorno antecedente la  Pasqua. Pasqualino, così non a caso chiamato dai volontari della LIDA di Olbia, è un incrocio di labrador di circa due anni. Un cane disfatto, denuncia la LIDA; forse un ex compagno di vita, ma quando non è servito più è finito fuori dalla portiera.

Incredibile quanto evidenziato dalle lastre radiografiche.  Un ferro ortopedico alla zampa anteriore sinistra; segno, questo, che in passato è stato sottoposto ad un intervento chirurgico.

Il ferro, però, non ha retto alla rovinosa caduta ed a complicare lo stato di salute del cane vi è ora  la piegatura del supporto. “Una grave sofferenza – riferisce Cosetta Prontu, responsabile della LIDA di Olbia – Provate un istante ad immaginare ciò che questa creatura possa aver provato. Non riesce nemmeno a camminare tanto è curvo, strazia il cuore“.

Giovedì Pasqualino è stato portato nuovamente in clinica ed una volta sedato sono state eseguite nuove lastre. Uno quadro clinico che detterà decisioni importanti quanto difficili. Questo perchè il povero cane presenta entrambi gli arti anteriori con lesioni causate da proiettili a pallettoni. I colpi hanno determinato la frantumazione del radio e dell’ulna della zampa sinistra, mentre per la destra il grave danno è stato subito dall’articolazione dell’omero e del radio.

Le due fratture  hanno causato problemi di deambulazione del treno posteriore ed a questo punto il vecchio proprietario ha dato il benservito, buttandolo dalla macchina in corsa.

Il cane dovrebbe ora essere sottoposto ad un intervento chirurgico per eliminare il ferro dalla zampa e cercare di riallacciare i monconi ossei. Il tutto per permetterne il miglior utilizzo, sebbene questo tipo di operazione  lascia spazio a molti dubbi.

Sarà dura – conclude Cosetta Prontu – ma Pasqualino è un guerriero, è un grande lottatore“.

VEDI VIDEO PASQUALINO

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati