lida olbia II
GEAPRESS – Un Pick-up nei pressi degli uffici dell’Asl di Olbia. Vicino all’ospedale Giovanni Paolo II, una strada chiusa a due corsie.

Li arriva il mezzo dal quale un uomo, dopo aver guardato dietro ad un cespuglio, si è spostato sul lato passeggero da dove ha fatto scendere una cagnolina di piccola taglia. La cagnetta, denuncia la LIDA di Olbia, è stata abbandonata sul posto.

In quel momento, una  volontaria della LIDA di Olbia che si trovava nei luoghi con il proprio cane, si è accorta della scena riuscendo a prendere il numero di targa. Già nella serata di ieri è stata sporta denuncia presso il corpo di Polizia Locale. I reati ipotizzati sono abbandono e maltrattamento di animale.

La cagnolina è ora ricoverata presso il rifugio della LIDA e già ad un primo esame sarebbe apparsa in gravissimo stato denutrizionale. Il corpo era poi pieno di piaghe e croste, gli occhi pieni di pus.

Le immagini parlano da sole – riferisce la LIDA di Olbia – La cagnolina, sottoposta ad analisi, è risultata positiva alla leishmania e negativa alla filaria, con un valore renale leggermente compromesso. Immediatamente sottoposta anche a fluido terapia“. Quelle che ipotizzano gli animalisti è di un cacciatore che ha voluto disfarsi di una povera cagnolina malata.

Se la scena non fosse stata vista – aggiunge la LIDA – si sarebbe pensato ad un cane abbandonato che poi si è ammalato, invece è un cane di proprietà. Purtroppo la piccola non ha il chip“. L’invito è ora di aiutarere la LIDA di Olbia  che si sta prendendo cura della piccola.

La cattiveria dell’uomo ed il suo comportamento, ogni giorno ci lasciano sempre più senza parole – conclude la nota della LIDA – Marta, così l’abbiamo chiamata, la cureremo sia nel corpo che nell’anima con voi tutti al nostro fianco“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati