bassotta aidaa
GEAPRESS – Lulù, una bassottina che giovedì scorso stava giocando nel giardino della casa dove abitava in provincia di Novara. Ma giovedì da quelle parti è passata una persona che gli ha sparato un colpo con una pistola ad aria compressa. Il colpo, stante quanto riportato dall’AIDAA, l’ha raggiunta alla giugulare uccidendola sul colpo.

Le lastre fatte eseguire in un ambulatorio veterinario e divenute parte integrante della denuncia presentata dalla proprietaria, evidenzierebbero come causa di morte proprio quell’unico colpo ricevuto che gli ha troncato la giugulare. L’AIDAA sottolinea a questo proposito che tale tipologia di pistola sarebbe liberamente acquistabile in un qualunque negozio di armi o giocattoli per adulti.

“Il colpo sarebbe stato sparato attorno alle 16 di giovedi scorso – dichiara Lorenzo Croce presidente di AIDAA- da una persona al momento sconosciuta che è ricercata dai Carabinieri“. Il presidente di AIDAA sottolinea inoltre il rischio che pistole di questo genere che sparano piombini di 4 millimetri di diametro possono finire in mano ai ragazzi o alle persone sbagliate provocando dolore e morte negli animali. “Noi ci batteremo – ha concluso Lorenzo Croce – per far si che si arrivi alla proibizione della libera vendita di queste che sono vere e proprie armi che possono essere letali”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati