GEAPRESS – I cani non solo vivevano tranquilli ed accuditi in un posto bellissimo, ma anche se avessero voluto infastidire qualcuno, non avrebbero potuto. In località San Sebastiano, nel Comune di Sala Consilina (SA), vivono, infatti solo due famiglie. Poi tante belle colline ed a parte i cacciatori, proprio nessuno. Il pomeriggio del 15 i pochissimi abitanti del posto, amanti dei cani e della natura, sentono degli spari di fucile. Si spaventano, escono e con sorpresa non trovano più i cani. Iniziano una disperata ricerca che si conclude … dentro un canalone! Trovano gli animali insanguinati e, per chi ancora veglio, spaventatissimi.

La corsa dal veterinario e poi l’amaro referto. Pallini da caccia (vedi foto radiografia). Uno dei cagnetti è stato preso alla coda, mentre per un altro la situazione è decisamente molto più grave.

Un occhio è sicuramente perso e dovrà essere asportato. Per l’altro si capirà nei prossimi giorni, bisognerà vedere gli sviluppi di un grosso edema celebrale. La mamma dei cuccioli, invece, ritrovata poco distante dal canale, è morta subito. Un storia indecente molto simile ad un’altra recentemente trattata da GeaPress (vedi articolo ) ma sulla quale è bene ricordare che anche in un luogo quasi disabitato, si trovano persone che non ci pensano due volte a gettarsi (quasi letteralmente, visto che si trattava di un canalone …) a capofitto per cercare di salvare disperatamente i cagnetti divenuti probabilmente solo un incredibile bersaglio in movimento.

La famiglia che ha accudito fin dall’inizio la mamma con i suoi cuccioli e anche adesso si sta prendendo cura dei cani rimasti sta anche provvedendo alle denuncie del caso. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).