edoardo stoppa
GEAPRESS – Chi ha a cuore gli animali, deve ora sperare nel servizio di Edoardo Stoppa mandato in onda ieri sera su Striscia la Notizia. Un presunto allevatore di cani di Montichiari (BS), che ha negato la vendita. Questo nonostante il servizio di Stoppa sembrerebbe fare apparire tutt’altro.

Animali troppo piccoli ed un uomo che ha reagito alla presenza di Stoppa e della sua troupe, inveendo contro e lanciando finanche una bicicletta. Poi quelle che apparirebbero come minacce congiunte all’atto di chiudere il cancello (con Stoppa e la sua troupe all’interno…). Per un operatore di Striscia referto del pronto soccorso ed attrezzatura danneggiata.

Chissà per l’allevatore, o presunto tale, come andrà a finire. Stante quanto riferito a GeaPress da fonte degna di nota, quegli stessi luoghi sarebbero stati ispezionati una ventina di giorni addietro alla presenza di un Medico veterinario e dell’Arma dei Carabinieri. Forse ad essere coinvolto è stato anche il Corpo Forestale dello Stato.

Nulla di rilevante sembrerebbe, però, essere emerso, anche perché il numero delle fattrici sarebbe risultato inferiore alla soglia stabilita per allevamento di tipo commerciale. Dunque, fino a prova contraria, la vendita si può solo supporre. La struttura nel suo complesso è apparsa inoltre sotto tono, forse a causa della minore presenza di un secondo uomo che coadiuvava nel passato l’attività. I luoghi, però, appena pochi anni addietro, avrebbero comportato una condanna, pena sospesa, forse divenuta esecutiva. Il reato contestato dovrebbe essere relativo proprio alla legge 189/04.

Ora, però, il punto di svolta. La presunta vendita potrebbe essere desumibile proprio dal servizio di Edoardo Stoppa.

Grazie al servizio di Striscia, si potrebbe forse riapre il caso anche alla luce di una consegna di cagnolini (tra cui uno morto) mostrata nel filmato e alla presunta morte per caldo di altri cagnetti nel corso dell’estate. A questo proposito, il servizio di Edoardo Stoppa, riporta addirittura una sovrimpressione su quanto sarebbe stato asserito dal presunto allevatore “abbiamo perso 5000 – 6000 euro di cuccioli“.

Due realtà. Una formale e l’altra che invece potrebbe trasparire proprio dal Servizio di Striscia. E pensare che l’uso delle telecamere nascoste, c’è chi lo vorrebbe vietare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati