cane montemiletto
GEAPRESS – Una scena tristissima, apparsa agli occhi di Simone D’Anna, Consigliere Comunale di “Proposta Concreta” a Montemiletto, in provincia di Avellino. Un povero cagnolino impiccato ad una corda legata ad un ponticello tra Montemiletto e Taurasi.

Fotografie scattate dallo stesso Consigliere Comunale che appaiono in tutta la loro durezza. “Sono convinto di quello che ho fatto – riferisce Simone D’Anna a GeaPress – Bisogna scuotere le coscienze e chi ha commesso tutto ciò ha avuto la giusta risposta da migliaia di persone“.

La notizia del ritrovamento, avvenuta qualche giorno addietro, ha ben preso travalicato i confini di Montemiletto e della stessa provincia di Avellino. Difficile, però, che si possa arrivare all’autore del gesto e rintracciare il proprietario del cane. Nessun microchip è stato infatti individuato nel corso dei controlli eseguiti dal Veterinario. Il corpicino è stato trasportato presso l’Istituto Zooprofilattico a Monteforte Irpino. Proprio stamani il Consigliere D’Anna si è nuovamente messo in contatto con il Veterinario; una signore di Baiano, infatti, si è resa disponibile per il seppellimento presso il locale cimitero per animali.

La protesta intanto va montando e da Caserta si fanno sentire gli animalisti di quella provincia. “Le pene inflitte a chi uccide o maltratta un animale – riferisce a GeaPress Vincenzo Caporale animalista di Capua – non sono proporzionate alla gravità del fatto. Non è possibile considerare un crimine contro gli animali come un reato lieve, vedi le ultime disposizioni in materia penale sulla tenuità del fatto. Credo, invece, che sia giunto il momento di dare un segnale forte – aggiunge Vincenzo Caporale – Chi vive queste situazioni  ne rimane colpito profondamente. I maltrattamenti contro gli animali, avvengono  ormai con continuità“.

Ne da conferma lo stesso Consigliere D’Anna che già, alcuni anni addietro, si è dovuto occupare di un maxi avvelenamento di cani avvenuto a Montemiletto. “Ho soccorso cani incidentati, Poiane ed altra fauna selvatica finita impallinata – spiega Simone D’Anna – ma quanto accaduto sotto quel ponticello, va oltre. Credo che la risposta di tantissimi ragazzi che in queste ore stiamo ricevendo, rappresenti un segnale forte che deve costituire un punto di svolta. Quel cagnolino, oltre alla crudele sorte che ha subito, è come se avesse acquisito un valore simbolico. Non deve mai più accadere una cosa del genere, bisogna avere rispetto per gli animali”.

“Proposta Concreta” la lista di appartenenza del Consigliere D’Anna, ha intanto diffuso il suo commento: “si tratta di un episodio gravissimo, ignobile e spregevole, compiuto da un delinquente dotato di una malvagità criminale senza precedenti. In questi ultimi anni abbiamo sentito parlare troppo spesso di cani ammazzati nel nostro paese, è ora di finirla. Abbiamo deciso di pubblicare queste foto perché una vicenda gravissima come questa non può e non deve passare sotto silenzio“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati